La luna e i falo'

La luna e i falo'

di Cesare Pavese
regia di Andrea Bosca
adattamento e drammaturgia di Maria Luisa Maricchiolo e Andrea Bosca
con Andrea Bosca, Paolo Briguglia, Emmanuele Aita
luci e spazio Alessandro Carletti

Produzione BAM teatro
Distribuzione Terry Chegia

Un paese ci vuole, non fosse per il gusto di andarsene via.
Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c'è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti.
Cesare Pavese

Anguilla, il protagonista, orfano adottato da una famiglia di contadini, passa la sua giovinezza sulle colline delle Langhe in un mondo rurale legato al ciclico ripetersi degli avvenimenti in modo inalterato. Poi parte, emigra in America, riesce a far fortuna, e dopo molto tempo torna. Ritorna al suo paese alla ricerca della sua infanzia, si confronta con Nuto, suo amico a lui contrapposto in quanto mai partito da quel luogo, e nasce la consapevolezza del tempo che passa e di una felicità perduta definitivamente.
Ai due personaggi si aggiunge Cinto, un ragazzino zoppo, vessato dal padre frustrato che diventa presto per Anguilla una sorta di figlio.
Tutto lo spettacolo è una ricerca delle proprie radici, accompagnata dalla speranza di trovare il mondo così come lo si è lasciato. Ma tutto è cambiato nel ciclico ripetersi delle stagioni.
I dialoghi, di un'attualità impressionante, parlano di bene comune, di fratellanza, di senso di appartenenza a una comunità ampia, che è quella umana. Soprattutto di quel ritrovarsi individui, cresciuti, uomini eppure del sentirsi sempre imperfetti, non completi, fuori posto.

Casino sites http://gbetting.co.uk/casino with welcome bonuses.