La camera a gas

La camera a gas

di e con Leonardo Palmisano
allestimento e regia di Antonio Petris
testo inedito mai rappresentato
produzione BAM teatro
distribuzione Terry Chegia

La Camera a gas è il racconto dell'ascesa della prima multinazionale mafiosa del pianeta -la Ndrangheta- e una spiegazione della sua penetrazione nel mondo partendo dalle istituzioni e passando da Germania, Slovacchia, Svizzera fino a raggiungere persino Dubai.
Il sociologo barese Leonardo Palmisano ci racconta come la Ndrangheta sia diventata la più moderna e tecnologizzata associazione mafiosa, conquistandosi il terzo posto per fatturato solo dopo Finmeccanica e FS.
Questa è una mafia che non si vede, impalpabile, non geolocalizzata: una mafia che non si fa toccare, perché allo stato gassoso.
Si parla spesso di mafie liquide, sottintendendo la difficoltà a definirle nella forma e nella struttura organizzativa.
Siamo invece ad un terzo tempo, che ricorda il più pericoloso tra gli stati della materia: lo stato gassoso.
La mafia 2.0 si è fatta ispirare dalla globalizzazione per ripulirsi dagli schizzi di sangue insediandosi dappertutto e invertendo così la geografia del comando, che adesso parte dal Nord.
Questo ed altro porta in scena Leonardo Palmisano con il suo racconto del nuovo mondo criminale aggiornato ai nostri giorni.

Casino sites http://gbetting.co.uk/casino with welcome bonuses.